MiniMove e OpenSunday: urge una capillarizzazione di questi progetti a sostegno delle famiglie, dei bambini e dei quartieri? 

INTERROGAZIONE

688
Share this page to Telegram

1. ‘‘MiniMove’’ e ‘‘OpenSunday’’ 

Durante il periodo compreso tra ottobre e marzo, la domenica pomeriggio alcune palestre comunali aprono le porte alla cittadinanza e si trasformano in spazi d’aggregazione destinati a bambini di diverse età. Ciò viene garantito grazie a due importanti iniziative (ovvero MiniMove e OpenSunday), le quali vengono organizzate congiuntamente dalla Divisione Socialità e dalla Fondazione IdéeSport, con la collaborazione e il sostegno finanziario di associazioni e gruppi presenti sul territorio. 

MiniMove, rivolgendosi a bambini tra i due e i cinque anni e ai loro genitori, crea una sorta di grande parco giochi coperto con un luogo d’incontro e un angolo caffè dove poter socializzare. OpenSunday offre invece ai bambini dai sei agli undici anni, seguiti da giovani (junior coach) e adulti (capo progetto e senior coach), un’area di svago e delle attività che promuovono il moto fisico. Da sottolineare che entrambe le attività sono gratuite, non richiedono un’iscrizione e prevedono una merenda offerta. 

A complemento di tali progetti, si segnala che per i ragazzi dai dodici ai diciassette anni è del resto prevista ogni sabato sera l’apertura per tutto l’anno scolastico della palestra delle Scuole medie di Pregassona nell’ambito dell’iniziativa gratuita e senza obbligo di frequenza MidnightSports. 

2. Finalità delle due iniziative 

Come emerge dal sito della Fondazione IdéeSport, sebbene la prima infanzia consista in una fase di vita decisiva per lo sviluppo del fanciullo, non tutti i bambini dispongono delle stesse opportunità all’inizio della loro vita. Infatti, spesso le famiglie che presentano un contesto socioeconomico sfavorevole non possono offrire ai loro figli le stesse possibilità di cui possono beneficiare quelli delle persone con un livello di formazione e un reddito più elevato. In quest’ottica, misure nell’ambito della promozione precoce come MiniMove permettono di meglio promuovere le pari opportunità, le risorse dei bambini e dei genitori, così come l’integrazione sociale delle famiglie del quartiere. 

Per contrastare la diminuzione dell’attività di movimento praticata soprattutto nel periodo invernale, OpenSunday intende inoltre promuovere offrire ai bambini delle possibilità di gioco e di sfogo, senza con ciò dovere svolgere delle attività sportive competitive. In questo modo, a tutti i bambini viene assicurato uno spazio facilmente accessibile, supervisionato ed extrascolastico, grazie a cui essere attivi fisicamente, rafforzare le proprie competenze sociali e rinsaldare i legami sociali del quartiere.

3. Recente implementazione 

Fino al 2022, l’iniziativa MiniMove a livello comunale si è svolta unicamente presso la palestra della Scuola elementare di Bozzoreda a Pregassona. Stando a un comunicato diramato dalla Città nel 2020, dal 2013 tale progetto ha visto in 100 pomeriggi ‘‘oltre 7’200 partecipazioni e accolto in palestra più di 2’900 adulti e bambini, diventando un importante punto di incontro non solamente per chi risiede nel quartiere di Pregassona ma anche per le famiglie dell’intero Luganese’’. D’altro canto, OpenSunday si sarebbe tenuta soltanto presso la palestra della Scuola elementare di Molino Nuovo. 

Dal Consuntivo 2022 emerge tuttavia che, dal settembre del 2022, si è optato per spostare MiniMove ‘‘nel quartiere di Besso nell’intento di offrire ad un altro quartiere questa interessante attività per le famiglie. Dopo anni di presenza a Pregassona era l’occasione di portare il progetto in un’altra realtà e costruire, insieme agli abitanti di un altro quartiere, un nuovo progetto dando la possibilità ad altre famiglie di usufruire di una iniziativa rivelatasi negli anni innovativa e interessante’’Una decisione che, seppur comprensibile nei suoi intendimenti, suscita necessariamente dei legittimi interrogativi in merito alla capillarità del servizio offerto, all’adeguatezza dell’offerta rispetto al bisogno esistente e alla perdita di prossimità che toccherà nell’immediato il quartiere di Pregassona ma non solo. Tale discorso vale qui anzitutto per il progetto MiniMove ma anche, per estensione, per OpenSunday. 

4. Conclusioni e domande 

In considerazione dell’importante valenza sociale di questi due progetti, del significativo riscontro ottenuto dalla cittadinanza e dello spostamento che ha recentemente interessato MiniMove, vi sono pertanto a nostro avviso i presupposti per valutare una migliore capillarizzazione e un potenziamento sul territorio di questi servizi a sostegno delle famiglie (soprattutto meno favorite), dei loro bambini e dei quartieri. Di transenna, è del resto interessante rilevare come, mentre a Bellinzona MiniMove si tiene a rotazione in più palestre, nella Città di Zurigo tale iniziativa viene promossa in ben 4 strutture.

Alla luce di quanto esposto, rivolgiamo al Municipio le seguenti domande

1) Si ritiene che l’attuale offerta dei progetti MiniMove e OpenSunday riesca a rispondere in modo sufficientemente capillare alle esigenze della cittadinanza e dei diversi quartieri del Comune? 

2) Come si posiziona rispetto all’ipotesi di una migliore capillarizzazione e di un potenziamento delle due iniziative, visto anche il successo riscontrato dalle stesse presso la popolazione? 

3) Sarebbe nel caso possibile e utile prevedere, come del resto già accade a Bellinzona, che almeno una parte di tali progetti venga proposto in maniera itinerante sul territorio comunale? 

4) Non si reputa che, a sua volta, anche l’offerta del progetto MidnightSports risulti attualmente troppo circoscritta e debba richiedere una migliore capillarizzazione a livello comunale? 

5)  Per quale motivo non si è comunque deciso di mantenere l’apprezzato spazio MiniMove presso le Scuole elementari di Pregassona, accanto al progetto sostitutivo avviato nel quartiere di Besso? 

6) Questo spostamento non sottende di fatto una carenza nell’attuale offerta di MiniMove sul territorio, rispettivamente non rischia di comportare una minore prossimità nell’area di Pregassona? 

7) Si può fornire il dettaglio del numero e della provenienza, dal quartiere ed eventualmente dal Comune, dei partecipanti alle iniziative MiniMove e OpenSunday almeno negli ultimi due anni? 

8) Come avviene a livello organizzativo e finanziario la collaborazione tra la Divisione Socialità, la Fondazione IdéeSport, nonché le associazioni e i gruppi presenti sul territorio per tali progetti? 

Con ogni ossequio. 

Primo firmatario: Edoardo Cappelletti (Partito Comunista – Gruppo PS-PC)

  • Giovanni Albertini (MTL)
  • Danilo Baratti (I VERDI)
  • Sara Beretta Piccoli (Indipendente)
  • Niccolò Castelli (I VERDI)
  • Raoul Ghisletta (PS)
  • Deborah Meili (I VERDI)
  • Marisa Mengotti (I VERDI)
  • Tessa Prati (PS)
  • Aurelio Sargenti (PS)
  • Carlo Zoppi (PS)
CONDIVIDI