Locarno: variante di PR per contenuti alberghieri

INTERVENTO

126

Il nostro consigliere comunale di Locarno, Gionata Genazzi, è intervenuto sul Messaggio municipale concernente l’adozione di una variante al Piano Regolatore della Città di Locarno, Settore 4, relativa all’istituzione di una Zona a destinazione vincolata per contenuti alberghieri, lo stanziamento di un credito di fr. 509’529.— quale contributo pecuniario per compenso agricolo e l’approvazione del Convenzione tra la Città di Locarno e la Terreni alla Maggia SA. Ecco la sua dichiarazione in plenaria:

Signora Presidente, signor Sindaco, signora e signori Municipali, colleghe e colleghi,

ringrazio i commissari delle due commissioni per il lavoro svolto e intervengo a titolo personale. Sono membro sì del gruppo della Sinistra Unita, ma anche del Partito Comunista.

Come i colleghi che mi hanno preceduto, sono anch’io ben conscio dell’importanza della questione e della necessità, dopo tanti anni, di una regolarizzazione della situazione pianificatoria in questa zona del Comune.

Mi dispiace però che non si sia riusciti a implementare in contemporanea la variante che permette la compensazione reale del terreno agricolo sottratto, ma bisognerà procedere in una seconda fase.

È vero, comunque, ci sono dei buoni auspici che la concretizzazione della compensazione reale avvenga in futuro e spero vivamente che ciò avvenga in tempi brevi.

Il mantenimento della superficie agricola è uno dei punti fondamentali del principio della sovranità alimentare, iscritto nella Costituzione del Canton Ticino il 13 giugno di quest’anno dal Partito Comunista.

Il nostro Cantone ha già poche e limitate superfici agricole e la loro soppressione risulta sempre più problematica.

Mantenere queste superfici, e recuperarle dove possibile, è importante per garantire ai consumatori una produzione variegata e a km 0, oltre a permettere a chi la terra la lavora, di ottenere un reddito.

Grazie.

CONDIVIDI