45° anniversario della liberazione del Vietnam

45 anni fa i Vietcong liberavano Saigon e scaccivano gli invasori statunitensi dal Vietnam

558

In occasione del 45° anniversario della liberazione di Saigon (l’attuale Ho-Chi-Minh City) e della riunificazione del Vietnam, abbiamo inviato un messaggio di felicitazioni al Comitato Centrale del Partito Comunista del Vietnam, forza d’avanguardia del processo di liberazione nazionale e di costruzione del socialismo nella nazione asiatica.

Il 30 aprile 1975 – si legge nel messaggio inviato dal nostro Partito ai compagni di Hanoi – ha sancito non solo la sconfitta dell’imperialismo nella sua sporca guerra d’aggressione ma anche la vittoria delle forze patriottiche che, guidate dai comunisti, hanno riunificato il Paese dando così avvio al processo di fondazione della Repubblica Socialista del Vietnam, che è oggi una nazione dal forte potenziale economico.

In Svizzera vi furono negli anni ’70 imponenti manifestazioni per la pace e in solidarietà al Vietnam a cui il nostro Partito era in prima fila, ma non è solo una questione storica: ancora oggi infatti l’esperienza di resistenza e di trasformazione sociale vietnamita assumono un carattere fondamentale nell’opera di modernizzazione della società socialista e del pensiero teorico marxista-leninista.

Congratularci oggi con il popolo del Vietnam non significa solo ricordare la fuga degli invasori americani e la riconquista della libertà, ma anche sottolineare i notevoli risultati ottenuti dalle autorità della Repubblica Socialista nella lotta alla pandemia attualmente in corso: dando la massima priorità non ai profitti egoistici dell’economia privata, ma alla salute della popolazione, il Vietnam – ribadendo la propria tradizione di cooperazione solidale, senso civico e disciplina – non ha al momento nemmeno un decesso causato dal Coronavirus!

CONDIVIDI