Solidarietà alla Repubblica Bolivariana del Venezuela

1481
Share this page to Telegram

Noi, gruppi e persone attive nella solidarietà internazionale in Svizzera, ci mobilitiamo per la difesa dei movimenti progressisti che continuano a lottare nel mondo per difendere gli interessi dei popoli sovrani.

Considerato che la Repubblica Bolivariana del Venezuela è una nazione democratica, libera e sovrana, di riconosciuta tradizione pacifica, integrazionista e rispettosa del diritto internazionale e delle buone abitudini di coesistenza pacifica tra le nazioni nel mondo.

Rifiutiamo le sanzioni, arbitrarie e illegali, imposte dal governo degli Stati Uniti, contro cittadini venezuelani, compreso il Presidente costituzionale Nicolas Maduro Moros. Riaffermiamo che le sanzioni economiche unilaterali costituiscono una chiara violazione del diritto internazionale, dei diritti umani e un’azione di ingerenza atta a colpire il popolo del Venezuela ed ottenere un cambio di governo utilizzando mezzi anti-democratici.

Consideriamo che l’applicazione della clausola democratica del Protocollo di Ushuaïa, decisa dal Mercosur, è illegale e rappresenta una grave ingerenza negli affari interni della Repubblica Bolivariana del Venezuela, violando il diritto internazionale e l’auto-determinazione dei popoli.

Ci opponiamo al recente rapporto presentato dall’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani, in quanto basato in gran parte su fonti che mancano totalmente di oggettività e credibilità, quali i mass-media nazionali e internazionali.

Sosteniamo esplicitamente il Processo Costituente in Venezuela e siamo sicuri che l’Assemblea Nazionale Costituente permetterà di promuovere il dibattito politico necessario per definire la direzione della nazione, resistendo di fronte al capitalismo e con la vocazione socialista intrapresa dal presidente Hugo Chavez nel 1998.

Infine manifestiamo il nostro più profondo sostegno e la nostra solidarietà al presidente Nicolas Maduro e al popolo venezuelano.

Forza e resistenza.

Berna, 11 agosto 2017

Firmatari:

  • Associazione ALBA SUIZA
  • Movimento Svizzero per la Pace
  • Associazione Svizzera-Cuba
  • Partito Comunista
  • Partito Svizzero del Lavoro
  • Red Latinoamericana di Zurigo
  • Associazione AsoLatino Suiza
CONDIVIDI