Professione celebrity?

INTERPELLANZA

180

Il Partito Comunista riponeva nella neonata Città dei mestieri alcune speranze… oggi però ci chiediamo con preoccupazione quali saranno i prossimi eventi dopo la serata dal titolo “professione influencer” del 31 gennaio 2020.

1. Non ritiene il Consiglio di Stato che promuovere simili eventi, dando alla presunta professione di “influencer” una legittimità, sia inopportuno in quanto si illudono giovani che cercano uno sbocco professionale solido con proposte fumose?

2. Non ritiene che questo evento promuova e legittimi una realtà che non solo si basa sul precariato, ma anzi dà adito fra i giovani a una nefasta cultura dei “soldi facili” oltre che favorire una visione improduttiva all’economia del nostro Cantone?

3. Non ritiene il Cantone di svalutare le altre (vere) professioni presenti alla città dei mestieri?

4. E’ prevista l’organizzazione dell’evento “diventare Rockstar”?

Per il Partito Comunista:
Lea Ferrari
Massimiliano Ay

CONDIVIDI