È morto il Comandante José Ramón Balaguer Cabrera

Fra i fondatori del PC cubano, fino al 2019 ne aveva diretto il Dipartimento delle Relazioni Internazionali

128

Abbiamo appresto con tristezza della morte all’età di 90 anni del Comandante José Ramón Balaguer Cabrera, già ministro della salute della Repubblica di Cuba e membro dell’Ufficio politico del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba con responsabilità nel Dipartimento ideologico e, in seguito, in quello della Relazioni internazionali. Attivo come medico fin dall’inizio del processo rivoluzionario al fianco del Comandante Fidel Castro Ruz, è stato anche ambasciatore cubano a Mosca, nell’allora Unione Sovietica.

Il compagno José Ramón nacque il 6 giugno 1932 nella città di Guantánamo. Nel 1949 si trasferisce all’Avana per studiare medicina e, dopo il colpo di Stato del 1952, senza abbandonare gli studi, si unì alla lotta contro la tirannide di Fulgencio Batista e aderì alla Federazione degli Studenti Universitari (FEU) organizzando importanti scioperi studenteschi. Arrestato, fu incarcerato per due mesi nel carcere di Boniato e nel 1958 si unì come guerrigliero e medico nella Colonna 19 del Secondo Fronte Orientale Frank País fino al trionfo della Rivoluzione.

Il nostro Partito ha inviato una nota di cordoglio alla famiglia, ai vertici del Partito Comunista di Cuba e del Governo rivoluzionario per tramite della compagna Mayra Ruiz García, ambasciatrice della Repubblica di Cuba presso la Confederazione Svizzera, ricordando dello statista cubano la cultura umanista e la dedizione patriottica nella costruzione di una moderna società socialista.

CONDIVIDI