In occasione del 21° Congresso del Partito Comunista di Grecia (KKE) il nostro segretario politico, compagno Massimiliano Ay, ha firmato una lettera di saluto all’attenzione dei delegati convenuti ad Atene. Nella missiva il nostro segretario ha voluto ribadire l’importanza che la nuova crisi del capitalismo porti i partiti di ispirazione marxista-leninista a “coordinarsi in modo unitario, pur rispettando la reciproca indipendenza”.

Al KKE si riconosce in particolare una capacità di “mobilitare ampi settori della popolazione e della classe operaia contro le politiche di austerità neo-liberali ma anche contro le illusioni riformiste”. Da questo punto di vista i comunisti greci hanno accumulato negli ultimi anni importanti esperienze.

Il nostro Partito si confronta sempre con interesse con i documenti e le analisi elaborate da tutti i partiti comunisti esteri. In particolare il KKE suscita attenzione per la sua esperienza nel campo sindacale: “le vostre indagini sulla composizione di classe della società greca ci aiutano, pur declinandole nella realtà svizzera, a concepire un migliore intervento politico in questi settori anche nel nostro Paese” ha concluso Ay rivolgendosi al suo omologo greco, il compagno Dimitris Koutsoumbas.

CONDIVIDI