75 anni fa avveniva la liberazione d’Italia dal nazifascismo

343

Nell’ambito della campagna “25 Aprile 2020 – Mai così uniti” promossa da Fronte Popolare (Italia) il compagno Edoardo Cappelletti, membro della Direzione del nostro Partito, ha inviato un messaggio di auguri per il 75° della Liberazione d’Italia.


Care compagne e cari compagni,

a nome del Partito Comunista (Svizzera), giungano i nostri più fraterni omaggi in occasione del 25 Aprile. Una ricorrenza che non soltanto commemora l’eroica Liberazione dell’Italia dal fascismo e dall’occupazione tedesca, ma rappresenta ancora oggi un fulgido esempio di lotta per la conquista dell’indipendenza nazionale e di forme più avanzate di democrazia.

In questo periodo di emergenza sanitaria, la quale sta mettendo a dura prova i popoli di molti paesi e lo stesso paradigma di sviluppo neoliberista, non possiamo infatti che ricordare con vivo interesse una delle più significative cristalizzazioni della Resistenza italiana: quella sudata Costituzione che, proprio grazie ai comunisti, è stata permeata dai valori, ora quanto mai attuali, di solidarietà e uguaglianza sociale.

Un’eredità antifascista che in questa fase possiamo declinare nel rafforzamento delle istituzioni democratiche, e questo nell’ottica di contrastare un’involuzione autoritaria della società, nonché lo strapotere delle logiche di mercato. Logiche secondo le quali, ad esempio, l’interesse alla continuazione delle attività economiche dovrebbe prevalere su quello della salute pubblica. Una tematica che, nelle sue diverse implicazioni, si trova oltretutto oggetto di una riflessione all’interno di un apposito gruppo di lavoro del nostro Partito.

Un’eredità antifascista che inoltre veicola la centralità di uno Stato capace d’indirizzare e coordinare a fini sociali l’assetto economico nazionale. Una parola d’ordine, questa, che dovrà comprovare la sua necessità soprattutto nel discorso della futura ricostruzione del paese. Non a caso, è da settimane che il nostro Partito si trova impegnato proprio nell’elaborazione di una piattaforma di rilancio economico che, attraverso una serie di misure strutturali, intende delineare uno sbocco progressivo alla crisi in corso.

Compagne e compagni, nella lotta contro il coronavirus non possiamo dire, tuttavia, di trovarci da soli. Contrariamente all’immobilismo e allo sciacallaggio palesati dall’Unione Europea, grazie all’aiuto fornito dai paesi socialisti come Cuba e Cina, abbiamo assistito infatti a una dimostrazione esemplare di solidarietà internazionale. Un dato che avvalora, ancora una volta, la priorità di costruire un mondo multipolare, improntato sulla cooperazione tra nazioni sovrane.

Con questo messaggio rendiamo insomma omaggio al 25 Aprile, la cui valenza rimane intatta nonostante il tempo, esprimendo alla vostra organizzazione i migliori auguri di buon lavoro e al popolo italiano la nostra massima solidarietà in questo momento travagliato.

Siamo certi che anche in quest’occasione, l’apporto dei comunisti alla ricostruzione economica e sociale saprà rivelarsi senza dubbio prezioso, vitale e insostituibile!

CONDIVIDI