Bellinzona: servono più risorse per i servizi sociali!

Discorso in aula del consigliere comunale di Bellinzona Alessandro Lucchini (Partito Comunista) sul Consuntivo 2022

516
Share this page to Telegram

Care colleghe e cari colleghi, Presidente, Sindaco e Municipali,

intervengo a complemento di quanto già affermato dalla capogruppo dell’Unità di Sinistra per portare la posizione del Partito Comunista che nell’Unità di Sinistra è rappresentato dal sottoscritto e dal collega Ay.

Ha perfettamente ragione il Municipale Bison. Bison lo ha detto chiaramente in un’intervista a LaRegione il 4 maggio scorso: “Servono più risorse per i Servizi sociali di Bellinzona”. In una dettagliata intervista, Bison ha dunque riconosciuto con lucidità quello che alcuni di noi ripetono ormai da diversi anni.
Anche lo stesso Municipio, all’interno di questo messaggio, ha ammesso senza troppi giri di parole che la forza lavoro dei servizi sociali è oggi: “ampiamente insufficiente” per soddisfare le necessità della popolazione bellinzonese.
Meglio tardi che mai, dunque. Ma nel frattempo abbiamo perso diversi anni per intervenire con le risorse adeguate a situazioni di disagio sociale e di disagio giovanile su cui le principali organizzazioni attive nel campo ci mettono all’erta: penso ad esempio ai diversi rapporti pubblicati da Pro Juventute. Nel frattempo questo disagio si è accumulato e acutizzato, e, per potergli dare una risposta, dovremo investire in futuro più risorse rispetto a quanto poteva prevedere un adeguato intervento precoce e preventivo.
Si poteva dunque intervenire prima, e i dati contabili della Città lo dimostrano: anche da una prospettiva di ricerca del pareggio di bilancio a tutti i costi, che noi però non seguiamo, i soldi c’erano eccome: e il risultato positivo di quasi 7 milioni di franchi di quest’anno lo dimostra.
Ora dunque prendiamo atto della presa di coscienza da parte del Municipio delle insufficienti risorse del settore sociale”, e di cui, sempre secondo l’intervista a Bison, vedremo una risposta all’interno del Preventivo 2024. Ci si aspetta dunque, rispetto a questo consuntivo, che nei prossimi anni si potenzino considerevolmente le risorse per i servizi sociali della Città, e che finalmente possa entrare in vigore un regolamento per l’erogazione di prestazioni sociali comunali, strumento approvato da questo consesso nel 2021, strumento utile a dare una risposta proprio alla problematica riconosciuta da Bison e dal Municipio.

In conclusione, di questo Consuntivo, riconosciamo di positivo quanto ci aveva portato, con senso di responsabilità, ad approvare il Preventivo 2022: cioè la volontà del Municipio di continuare senza sosta sulla scia degli investimenti strategici che noi riteniamo fondamentali per lo sviluppo della Città, e l’indicazione del Municipio che i tagli, che la spending review non debba realizzarsi come alcuni in questo consesso avrebbero voluto. Ricordo che nel rapporto di maggioranza della Commissione della Gestione sul Preventivo 2022 ci si lamentava che il Municipio non aveva fatto dei tagli, non aveva imposto sacrifici, non aveva contratto maggiormente le uscite: noi invece avevamo ritenuto che allora il Municipio aveva fatto bene, e in questa occasione, a Consuntivo, lo ripetiamo.
Dall’altra parte consideriamo però allarmante che il Municipio si faccia continuamente dettare l’agenda politica da previsioni sempre errate in particolare sul gettito fiscale; previsioni errate di perenne deficit che portano il Municipio e la maggioranza di questo consesso, a rimandare o peggio ancora a rinunciare allo sviluppo dei servizi alla popolazione; di quegli stessi servizi che il Municipio riconosce come insufficienti, e di quei servizi su cui noi invece riteniamo ci sia ancora molto da fare: per la creazione di asili nido, per il doposcuola, per le mense della Città: per i nostri giovani e per la conciliabilità lavoro-famiglia.

Solo quando quest’ultimo aspetto sarà migliorato, quando cioè la ricchezza del Comune sarà effettivamente rinvestita per nuovi servizi alla collettività e non accumulata come di fatto accade negli ultimi anni nelle riserve (oggi la Città dispone un capitale proprio di oltre 63 milioni!), allora torneremo a votare a favore dei conti consuntivi del comune. Per ora, ci asterremo.

Grazie per l’attenzione.

CONDIVIDI