logo

Intervento: "...Comunicazione, militanza e politica" PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Araujo   
Mercoledì 30 Novembre 2016 12:21

Care compagne, cari compagni,

colgo l’occasione di poter intervenire nel nostro Congresso, per condividervi alcuni momenti di riflessione. Sono tre i temi che voglio affrontare nel mio intervento: comunicazione, militanza, politica cantonale e nazionale.

Per quel che concerne il primo aspetto, personalmente credo che dobbiamo migliorare sia la comunicazione verso l’esterno, che quella interna. 
A mio avviso dovremmo studiare in modo più approfondito la nostra comunicazione esterna. 
In primo luogo, consiglierei di istituire un gruppo di lavoro, organizzato sulla base di chiari e precisi compiti e sulla base di una corretta suddivisione del lavoro, con a capo un responsabile principale, in cui approfondire la comunicazione e gli organi di comunicazione del Partito. L’importante è avere delle compagne e dei compagni disponibili e interessati ad approfondire la tematica. L’idea è di avere un gruppo centrale con compiti e organizzazione chiari. 
In secondo luogo, ritengo che sarebbe utile utilizzare di più la componente video. Dovremmo produrne di più ed essere più presenti nei social network e su YouTube. Si potrebbero fare dei video, come in passato, in occasione di votazioni federali e cantonali. Oppure quando un tema particolare guadagna interesse. Una maggiore presenza “mediatica”, potrebbe giovare. 
In terzo luogo, dato che vogliamo progressivamente avere un maggiore taglio federale, sarebbe interessante aggiornare in occasione di votazioni federali, o in occasione di notizie salienti, dei blog del Partito in lingua francese e tedesca, sul modello del sito Kommunisten.ch. 

Per quel che concerne invece la comunicazione interna, reputo che dobbiamo migliorare su questo fronte. Quello che intendo dire, semplicemente, è che sarebbe meglio tenere informati regolarmente i membri e militanti a riguardo delle attività e delle discussioni dei tre organi principali di Partito: la Direzione, il Comitato Centrale e le Sezioni Regionali. Far sapere, anche in breve, di cosa si è discusso in CC, a tutti i membri, sarebbe un ottimo modo per unire e coinvolgere di più i militanti. Abbiamo degli ottimi strumenti da utilizzare, come i social network e i canali di comunicazione istantanea.

La seconda tematica che vorrei affrontare, è quella della “disciplina” del membro militante. Una delle debolezze del Partito che riscontro spesso è quella della mancanza di disciplina individuale, o meglio detta dell’autodisciplina. Quello che intendo io è il seguente: quando siamo incaricati di qualcosa, quando ci rendiamo disponibili per un lavoro in particolare, quando dobbiamo rispondere a email, sms, messaggi istantanei - per esempio per confermare la presenza o meno ad un evento, o la disponibilità nei confronti di qualsiasi cosa - dobbiamo essere disciplinati e presenti. Non è possibile portare avanti degli eventi, delle riunioni, se la gente non fa più sapere nulla, se la gente non risponde ai solleciti, se la gente incaricata di qualcosa all’ultimo minuto da forfait. 
Ritengo personalmente importante che tutti riescano a migliorare la propria autodisciplina. Ne va a vantaggio di tutto il Partito e di tutta l’organizzazione.

Infine, vorrei soffermarmi un attimo sull’aspetto delle competenze in termini di politica cantonale e federale. 
Nel Partito ritengo che negli anni abbiamo maturato delle ottime competenze in termini di politica internazionale, di relazioni internazionali e di cooperazione. E giustamente dovremmo continuare a lavorare in tal senso. A lato, quello che secondo me invece dovremmo migliorare in futuro, sono le competenze per quel che riguarda la politica cantonale e federale. A mio avviso dovremmo avere una maggior conoscenza di dossier e di tematiche importanti di carattere ticinese e nazionale. In tal senso, reputo interessante la proposta della Direzione di incaricare alcuni compagni di aiutare Max nel suo lavoro parlamentare. Questa è un’ottima occasione per conoscere più da vicino la politica cantonale, conoscere i dossier discussi in Gran Consiglio ed essere più informati in generale sulla politica regionale.

Per quel che concerne la politica nazionale, penso che dovremmo cominciare ad approfondire, quando vi è l’occasione, alcuni temi salienti a livello federale, soprattutto quando si tratta di temi a noi più cari o di cui siamo più competenti. Ciò sarebbe da ricollegare, ovviamente, alla mia proposta di istituire dei blog nelle altre due lingue principali nazionali.

Concludendo, care compagne e cari compagni, riconosco che in termini di risorse siamo ancora limitati. Prendente il mio intervento, principalmente, come spunto di riflessione e come punto di partenza per alcuni spunti di lavoro futuri.

Grazie per l’attenzione!

 

Created by P-Live. Ticino Top - classifica blog e siti ticinesi