Il compagno Carolus Wimmer, segretario delle relazioni internazionali del Comitato Centrale del Partito Comunista del Venezuela (PCV) ci ha fatto visita a Bellinzona per un incontro bilaterale con il segretario del nostro Partito Massimiliano Ay, il coordinatore del movimento giovanile Samuel Iembo e il compagno Rudi Alves che ricopre incarichi di vertice nell’ambito del sindacato studentesco.

Con il compagno Wimmer ci si conosce da anni e abbiamo già una corrispondenza regolare, tuttavia questo è stato il primo vero incontro bilaterale fra i due partiti e ne siamo molto soddisfatti, riconoscendoci entrambi in una prospettiva socialista scientifica e anzitutto anti-imperialista nell’ottica del mondo multipolare.

Abbiamo discusso delle difficoltà che sta attraversando attualmente la Rivoluzione Bolivariana a seguito anche della guerra economica mossa contro il governo rivoluzionario di Caracas ma anche di alcuni errori commessi, e sull’alleanza – non priva di criticità – fra il PCV e il Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV), forza egemone del Gran Polo Patriottico. Quest’ultimo, secondo i comunisti venezuelani, dovrebbe peraltro rafforzarsi ancora di più rispetto ad oggi per rafforzare l’unità delle forze anti-imperialiste e anti-fasciste che sostengono il processo rivoluzionario.

Fra i nostri due Partiti si intende ora rendere più regolari il flusso di informazioni e si lavorerà per concretizzare forme di collaborazione in vari ambiti a difesa del ruolo dei comunisti nella Rivoluzione bolivariana, ad esempio tramite il COSI (Comitato di Solidarietà Internazionale) corrispettivo venezuelano del Movimento Svizzero per la Pace, attivo per impedire una guerra di invasione da parte degli USA o  dei suoi alleati o del terrorismo paramilitare fascista.

CONDIVIDI