Nell’ambito dei suoi progetti di cooperazione internazionale, il Partito Comunista (PC) ha avuto ieri un colloquio a Ginevra con l’on. Jorge Arreaza, Ministro degli affari esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela. 

Stefano Araujo, membro di comitato del nostro Partito si è intrattenuto con il Ministro, che era accompagnato dal responsabile esteri del Partito Comunista Venezuelano Carolus Wimmer, professore universitario e già deputato al Parlamento latinoamericano.

Il nostro Partito ha ribadito la propria solidarietà con il legittimo governo venezuelano e ha espresso preoccupazione per la condotta inadeguata dimostrata ultimamente dal Consiglio federale, che è arrivato addirittura a invitare i cittadini venezuelani di disertare le urne. Un’ingerenza che non fa onore alla nostra neutralità! Allo stesso modo è stata condannata la guerra economica e le minacce di golpe che l’amministrazione di Donald Trump sta continuamente lanciando contro Caracas. 

Il Ministro Arreaza ha illustrato le ultime misure sociali e salariali adottate dalla coalizione di governo fra il Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV) e il Partito Comunista Venezuelano (PCV) e ha portato le cifre sul fenomeno migratorio, dimostrando come esse siano gonfiate dalle agenzie stampa filo-atlantiche: i media mainstream occidentali inoltre tacciono sui programmi di rientro in patria allestiti dalle autorità venezuelane, che stanno avendo un discreto successo.

Le relazioni ufficiali fra il nostro Partito e la Rivoluzione Bolivariana risalgono al 2010 e tre anni dopo vi era stato un incontro con il compianto presidente Hugo Chavez. Da allora abbiamo contribuito a fondare l’associazione ALBA SUIZA specializzata nella cooperazione fra la Svizzera e i paesi latinoamericani aderenti all’ALBA, l’alternativa economica e geopolitica osteggiata dagli USA. 

CONDIVIDI